I Principi dell’Agricoltura Biologica

L’agricoltura biologica è basata su:

  • Il principio del benessere
  • Il principio dell’ecologia
  • Il principio dell’equità
  • Il principio della precauzione

Questi Principi sono le radici a partire dalle quali cresce e si sviluppa l’agricoltura biologica e ne evidenziano il contributo che può apportare al mondo, indicando un percorso per migliorare tutta l’agricoltura nel contesto internazionale.
Questi principi, infatti, riguardano l’agricoltura in senso lato, il modo cioè in cui l’uomo si occupa della terra, dell’acqua, delle piante e degli animali, per produrre, preparare e distribuire cibo ed altri beni. Essi riguardano dunque il modo in cui le persone interagiscono con paesaggi vivi, si rapportano l’uno con l’altro e formano l’eredità per le generazioni future.

“Principles of Organic Agriculture”, which text was adopted by the IFOAM General assembly in Adelaide in 2005.

Principio del benessere

L’agricoltura biologica dovrà sostenere e favorire il benessere del suolo, delle piante, degli animali, degli esseri umani e del Pianeta, come un insieme unico e indivisibile.

Principio
dell’ecologia

L’agricoltura biologica dovrà essere basata su sistemi e cicli ecologici viventi, lavorare con essi, imitarli e aiutarli a mantenersi.

Principio
dell’equità

L’agricoltura biologica dovrà costruire relazioni che assicurino equità rispetto all’ambiente comune e alle opportunità di vita.

Principio della
precauzione

L’agricoltura biologica dovrà essere gestita in modo prudente e responsabile, al fine di proteggere la salute e il benessere delle generazioni presenti e future, nonché l’ambiente.

DEFINIZIONE reg. CE n. 834/2007

La produzione biologica è un sistema globale di gestione dell’azienda agricola e di produzione agroalimentare basato sull’interazione tra le migliori pratiche ambientali, un alto livello di biodiversità, la salvaguardia delle risorse naturali, l’applicazione di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e una produzione confacente alle preferenze di taluni consumatori per prodotti ottenuti con sostanze e procedimenti naturali.
Il metodo di produzione biologico esplica pertanto una duplice funzione sociale, provvedendo da un lato a un mercato specifico che risponde alla domanda di prodotti biologici dei consumatori e, dall’altro, fornendo beni pubblici che contribuiscono alla tutela dell’ambiente, al benessere degli animali e allo sviluppo rurale.

L’agricoltura biologica è un sistema di produzione che sostiene la salute del suolo, dell’ecosistema e delle persone. Si basa su processi ecologici, biodiversità e cicli adatti alle condizioni locali, piuttosto che sull’uso di input con effetti avversi.
L’agricoltura biologica combina tradizione, innovazione e scienza perché l’ambiente condiviso ne tragga beneficio e per promuovere relazioni corrette e una buona qualità della vita per tutti coloro che sono coinvolti.

Le caratteristichedell’Agricoltura Bio

  • Esclusione di prodotti chimici di sintesi, che alterano profondamente l’ambiente ed influiscono negativamente sulla salubrità delle produzioni ottenute;
  • Utilizzo di tecniche agronomiche idonee, di piante resistenti e di insetti predatori contro i parassiti;
  • Incremento e mantenimento della fertilità naturale del terreno, mediante l’utilizzo di tecniche di lavorazione non distruttive;
  • Adozione della tecnica della rotazione colturale e dei sovesci;
  • Uso di fertilizzanti naturali, riducendo in tal modo l’utilizzo di risorse non rinnovabili;
  • Non utilizzo di radiazioni per aumentare la conservabilità del prodotto e dei suoi ingredienti;
  • Scelta di varietà, sementi e materiale vivaistico idonei, a seconda della vocazione della zona, intesa come l’insieme delle caratteristiche del terreno e del clima di una certa area, ottimali per una determinata specie;
  • Garanzia per gli animali di una vita conforme alle esigenze specifiche delle singole specie, avendo quindi cura del loro benessere e limitando strettamente l’uso di antibiotici;
  • Raccolta dei prodotti al momento ottimale di maturazione;
  • Certificazione del processo di produzione a garanzia del rispetto delle norme legislative che la codificano e di ogni singolo intervento lungo le differenti filiere produttive;
  • Impiego di sole tecniche ed additivi di origine naturale per la preparazione e trasformazione degli alimenti.

Obiettivi dell’Agricoltura Biologica

  • Produzione di un’ampia varietà di alimenti di alta qualità;
  • Salvaguardia dei sistemi e dei cicli naturali, con il mantenimento e il miglioramento della fertilità dei suoli, della salute delle acque, delle piante e degli animali e l’equilibrio tra di essi;
  • Mantenimento ed arricchimento della diversità biologica;
  • Garanzia di un impiego responsabile dell’energia e delle risorse naturali, come l’acqua, il suolo, la materia organica e l’aria;
  • Rispetto di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e delle specifiche esigenze comportamentali degli animali secondo la specie;
  • Esclusione di prodotti provenienti da ingegneria genetica (OGM) in ogni fase della produzione e trasformazione;
  • Salvaguardia del paesaggio;
  • Promozione di sistemi di produzione e commercializzazione ecologicamente responsabili e socialmente equi.